Tag

Qualcosa di bello succedeva, ogni tanto: la nonna, per fortuna, aveva perso la memoria da tempo e così continuava a mandarmi soldi per il mio compleanno almeno tre volta l’anno. Quando meno me l’aspettavo, ecco che arrivava una busta con su una calligrafia incerta, antica, con dentro un biglietto d’auguri e una banconota. Allora ero felice, potevo correre a comprarmi un libro nuovo, a volte anche due, se non erano troppo costosi.

Annunci